L’aiuto in casa che non ti aspetti.

Si stimano in italiani circa 8000 casi di morte causati dagli incidenti domestici, questi ultimi si posizionano così al quinto posto tra le cause di morte prevedibile.

I soggetti più colpiti ed esposti a questa tipologia di incidenti sono gli anziani e i bambini, che nella maggio parte dei casi, riportano gravi danni fisici o addirittura perdono  la vita.

La maggior parte di questi incidenti sono evitabili, come? Adottando dei comportamenti, dei mezzi e degli strumenti atti a modificare l’ambiente domestico, rendendolo un luogo sicuro e riducendo i pericoli.

I soggetti maggiormente coinvolti negli incidenti domestici sono gli anziani che trascorrano tra le mura domestiche le loro intere giornate. Secondo i dati Istat  il 40-50% di essi vive in completa solitudine e cade almeno una volta l’anno.  Il 70% delle cadute giornaliere accade nelle prime ore del mattino  e della sera, e le donne, in percentuale sono più soggette a questa tipologia di incidenti rispetto agli uomini.

La regione Veneto, ad esempio, ha registrato come il 50% dei ricoveri causati da incidenti domestici ( stiamo parlando di un numero come 7000 l’anno) interessa principalmente anziani con un’età superiore ai 75 anni.

Agli incidenti tra le mura di casa è stato dedicato il piano Regionale della Prevenzione 2014-2018 della regione Veneto, nell’ambito del programma di Prevenzione degli Incidenti Domestici che ha previsto un percorso di sensibilizzazione degli anziani e per le persone che se ne prendono cura dal titolo “Agente Attivo”.

L’assessore alla Sanità e alla Programmazione socio-sanitaria della Regione Veneto Luca Coletto riporta questi dati “ Gli incidenti domestici sono migliaia ogni anno e provocano moltissime patologie da trauma che purtroppo portano gli anziani ad un grave decadimento. Da qui l’importanza di questa campagna, che ha un’organizzazione capillare grazie all’adesione di oltre 1200 farmacie in tutta la Regione. Secondi dati Istat in Italia ci sono circa 3.500.000 infortuni all’anno con un incremento nell’ultimo decennio pari al 20%:l’incidente più frequente è la caduta (con percentuali da l 40 al 45%), seguiti da urti (in media 17%) e tagli (in media 16%). A fronte di questi dati la difficoltà sta nel convincere la gente che la casa “non” è un luogo sicuro”.

 

Limitare questo fenomeno è importante, ma come fare? Informando i cittadini su i rischi e pericoli e mettendoli al corrente sulle possibili soluzioni, mezzi e strumenti a loro disposizione che risultano utili per mettere in sicurezza l’ambiente domestico.

Il saliscale antinfortunistico

Gli anziani vogliono proteggere il più possibile la loro autonomia, prolungando il momento di chiedere aiuto ai nipoti, figli e parenti nell’affrontare le piccole fatiche quotidiane.

Una valida soluzione in casa è l’utilizzo di un carrello saliscale elettrico che aiuta gli anziani o le persone con problemi di deambulazione a trasportare su scale, senza rischi, piccoli pesi.

Il carrello saliscale può essere utile per trasportare diversi tipi di merci: i sacchi di pellet, la legna della stufa, le cassettine d’acqua e soprattutto le borse della spesa.

Il saliscale elettrico è progettato e realizzato per salire e scendere autonomamente i gradini senza che l’utilizzatore faccia fatica o sforzi fisici, senza correre alcun rischio.

Il saliscale elettrico Fido risponde a questa esigenza, è marchiato CE (garantito 2 anni) e brevettato Mario, azienda leader nei settori dei saliscale elettrici ad uso industriale che ha applicato tutto il il know-how acquisito nel settore dell’intralogistica in un prodotto per uso personale e quotidiano.

Fido Saliscale porta massimo 35 kg di peso ed è personalizzabile con dei comodi accessori come la sacca portaspesa, la cesta porta-legna, la cassetta porta-attrezzi o il supporto per valigie.

Fido Saliscale può essere acquistato direttamente on-line nel sito saliscale.com, su Amazon e nei migliori negozi di casalinghi d’Italia.

Navigazione articoli